logo_immaginepugliaresortfb
Français
English
Deutsch
Italiano
Deutsch
Français
English
Associazione di Promozione per la Puglia
Tel.: +39 3495621064
3488739624
mail: terradipuglia@yahoo.it
Skype: terradipuglia
f.book: https://www.facebook.com/pugliaresort
Italiano
logo_immaginepugliaresortfb
box_reservation_bg
box_reservation_bg

Otranto (LE)

Booking online

La Corte (C.V.)

L'appartamento è ubicato in una "corte storica" tipica del territorio salentino, al centro di un piccolo paesino nei pressi di Santa Cesarea Terme, a pochi km da Otranto e Castro vicino alle discoteche più frequentante del Salento.

Le  caratteristiche e gli accessori degli appartamenti sono i seguenti:
- cucina componibile (di nuova installazione) - piano cottura - Frigo congelatore - Forno - Pentole e stoviglie - 1° bagno interno - Lavabo - Bidet - Wc - Doccia - Asciugamani da bagno
- 2° Bagno (esterno) - Lavabo - WC - Doccia
-  n. 2 Camere da letto comunicanti (il soffitto è a forma di stella, tipico del territorio leccese)
- n. 2 letti matrimoniali - Letto aggiunto - TV - Divano - Biancheria - Sedie e tavoli da giardino
- Stendino - Piano terra - Spazio esterno vivibile
Contatti:
Tel: 39
mail:
Sito diretto:

Mete suggerite Da Visitare:Santa Cesarea

Mete suggerite Da Visitare:Santa Cesarea

sidebar_images
santa esarea bb www.pugliaresort.com

Santa Cesarea Terme è una località dalla conformazione territoriale particolare; vista dal mare sembra svilupparsi sulle gradinate di un anfiteatro che salgono su fino a 129 metri s.l.m.; ha come arena una distesa di acqua tersa e cristallina, cangiante a seconda dei colori del cielo, delle correnti sottomarine, dei fondali ora profondi, ora affioranti, ora sabbiosi, ora ricoperti da tipica vegetazione marina. A volte il confine tra mare e terra scompare, a volte è segnato dalla leggera schiuma che formano le onde infrangendosi sull’irta scogliera; a volte è la scogliera a scomparire ricoperta da onde poderose che si infrangono in enormi cascate di schiuma; le onde, penetrando in antri ed anfratti, producono un fragore che emoziona; i marosi ingoiano pezzi di scogliera e modificano la morfologia della costa.
Questo paesaggio incantato, ultima propaggine della parte orientale delle Murge Salentine , è dono della Natura. La conformazione carsica del territorio, la sua idrografia, l’azione costruttiva e distruttiva del mare e delle acque meteoriche lo rendono unico.
Il territorio di Santa Cesarea evidenzia formazioni geologiche di vario tipo che risalgono al Cretaceo superiore, al Paleocene, al Miocene, al Quaternario.
Al Cretaceo superiore appartengono i calcari bianchi che occupano la fascia costiera nord-occidentale dell’abitato; queste rocce si presentano compatte o con piccole cavità.
Calcari ascrivibili al Paleocene sono quelli che affiorano a NO e ad Occidente dell’abitato.
Essi poggiano, in successione stratigrafica, sopra i calcari del Cretaceo.
Si tratta di calcari fossiliferi e calcari detritici.
Nella parte alta della Serra di Santa Cesarea, in direzione di Cerfignano, si rinvengono le calcareniti del Miocene, situate sopra i calcari paleocenici e cretacei.
A SO dell’abitato, precisamente tra Porto Miggiano e gli Archi, troviamo le calcareniti bianco-gialline del Quaternario che poggiano in trasgressione sui calcari paleocenici.
La Morfologia del territorio è condizionata dal fenomeno del carsismo, che assume spesso il tipico aspetto dei “campi di pietra” o “pietraie carsiche”.
Nell’area in esame e nei dintorni esistono numerose cavità sotterranee, come l’inghiottitoio di Vitigliano, la vora di Andrano, la caverna di Madonna della Serra di Giuggianello, l’inghiottitoio di Monte Vergine, la vora di Scorrano, l’inghiottitoio Mellone di Nociglia, l’aviso di Melpignano e quello di Maglie.
Queste importanti formazioni carsiche, insieme a molte altre ancora, sono allineate da NO verso SE, indicando così la direzione preferenziale di deflusso delle acque sotterranee, passando dal territorio di Santa Cesarea Terme, verso il mare Adriatico.
Nelle quattro grotte marine carsiche che si sviluppano sulla costa di Santa Cesarea e che, procedendo da Nord verso Sud, prendono il nome di Fetida, Sulfurea, Gattulla e Solfatara, emergono sorgenti di acque minerali che, per la loro caratteristica composizione chimico-fisica, risultano essere dotate di spiccate proprietà curative e salutari.
Lo zolfo è l’elemento che caratterizza tali sorgenti differenziandole da tante altre piccole polle che emergono in altre grotte ed anfratti della costa sud- orientale del Salento.
page_images9
page_spiaggatorredellorso
page_dscn0633
page_dscn0651
page_dscn0615
page_02082012437
Associazione PugliaResort&Management Noci (Ba) -70015- Via D.Mele 7
C.F: 91089230725 E-mail: terradipuglia@yahoo.it Tel: +39 3488739624
Create a website